Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

LE LEGGENDE DELLA PERLA DI ALLAH O PERLA DI LAO-TZU

Pubblicato il da Netperla

La perla di Allah o perla di Lao Tzu


Milioni di dollari, di omicidi, di false informazioni, di viaggi attraverso vasti oceani e di battaglie legali. Tutto questo è legato a quello che alcuni chiamano la perla più brutta del mondo.

La sua storia è complessa e ingiusta, con alterne vicende, come le pieghe innumerevoli sulla superficie della perla barocca di quasi 7 chili (la più grande perla del mondo), e come gli eventi che circondano la famosa perla di Allah.

Dal giorno della sua scoperta, la perla di Allah, altrimenti conosciuta anche sotto il nome della Perla di Lao Tzu (o Perla di Lao Tzu o Lao Tse) era sfuggita alla sua reputazione di simbolo di pace e di armonia, ed era invece stata al centro di numerose circostanze sospette. Tuttavia, questa perla enorme era anche al centro di molte leggende, delle guerre antiche del West americano, ma la vera storia della perla rimane evasiva.

La storia della perla è fatta di tante contraddizioni, gli esperti e gli appassionati di perle hanno cominciato a riflettere ai fatti e alle finzioni che stanno dietro a questo tesoro straordinario.

 

La storia:

 

La prima versione delle sue origini ha luogo nel 1934 sulla costa di Palawan, un'isola delle Filippine, dove si dice che un giovane subacqueo musulmano venne trovato morto dopo essere stato strangolato da un mollusco gigante chiamato tricdacna vongola gigas. Dopo che i subacquei ebbero recuperato la vongola e la vittima, il leader di indigeni Dayak  dichiaròche la perla si sarebbe chiamata la "Perla di Allah", perché la forma di questa enorme roccia assomigliava a  Maometto con il turbante.

Secondo Wilburn Cobb, un archeologo di San Francisco, la perla gli sarebbe stata data nel 1936, dopo che il figlio del capo degli indigeni Dayak fu guarito dalla malaria grazie ai suoi consigli. Wilburn Cobb portò la perla a New York nel 1939 e fu allora autenticata come vera perla di tridacna da Roy Waldo Miner, curatore del Museo Americano di storia naturale e invertebrati dell'epoca. In una lettera, Roy Waldo Miner descrisse come la perla pesava quasi 7 chili e misurava 23 centimetri di lunghezza.


Al contrario delle perle perfettamente rotonde con riflessi madreperlati, che si possono vedere nelle gioiellerie, questa perla era di forma irregolare, con una superficie tortuosa e sembrava un po' come un cervello, di colore bianco opaco. Roy Waldo Miner precis
ò che, poiché i tassi di crescita non sono noti per vongole giganti, non si poteva conoscere l'età esatta di questa perla.

 

Cobb raccontòla storia della scoperta della perla nel numero di novembre 1939 della rivista del museo di storia naturale. Esibì anche la perla nella collezione di Robert Ripley "Ripley Believe it or not" (al Museo dell' incredibile e inusuale), dove  fu esposta come la perla del più grande mondo. Un valore di 3,5 milioni di dollari fu poi attribuito alla perla all'esposizione del museo di Ripley.

Poi la perla sembra essere scomparsa per i successivi 30 anni, fino a quando Cobb scrisse un'altra storia su di essa nel bollettino di febbraio 1969 della Mensa ( Associazione internazionale  di cui possono essere membri le persone che abbiano raggiunto o superato il 98º percentile del QI o Quoziente di Intelligenza).

L'introduzione a questo articolo dichiarava che se la Mensa potesse sponsorizzare una vendita per 3,5 milioni di dollari, questa otterrebbe una quota dei fondi sotto forma di onorario del 5% del valore stimato, cioè di 175.000 dollari. Anche se la vendita non fu conclusa, l'articolo raccontava una storia molto diversa da quella scritta 30 anni prima. Così è nata la nuova storia della leggendaria perla di Lao Tzu.



Una storia fantastica.

 

In questo nuovo articolo, Cobb disse che mentre la perla veniva esposta presso il Museo di Ripley nel 1939, il cinese Lee si presentò da Ripley reclamando la perla dandola come la perla perduta di Lao Tzu. Lee raccontò di nuovo l'antica leggenda cinese della perla a Cobb: Prima della morte di Lao Tzu 2500 anni prima, quest'ultimo insegnòa un discepolo come impiantare un amuleto di giada, scolpito con i volti di Buddha, Confucio e di se stesso, in una conchiglia di vongola per produrre una perla.


I pensieri di Lao Tzu cercavano di dimostrare che se le tre facce degli antichi saggi potevano convivere in pace nella vongola, allora tutta l'umanità poteva vivere in pace. Egli disse ai suoi discepoli di tenere al sicuro l'amuleto nella vongola per quattro anni. Questo avrebbe portato pace e armonia nel mondo.

Ma invece i discepoli avrebbero trasferito l'amuleto, diventato una perla, in altre vongole sempre più grandi e quindi la perla sarebbe cresciuta sempre di più.

Cobb scrisse che Lee gli aveva detto che la perla fu causa di guerre e che nel 1750, la perla fu inviata al di fuori della Cina come misura di protezione.

La perla sarebbe quindi stata trasportata, dentro la vongola, su una barca, e quindi persa in una tempesta al largo dell'isola di Palawan, fino a quando un subacqueo la ritrovò(il giovane musulmano Dayak), ancora dentro la vongola, nel 1934.

Cobb aggiunse che Lee disse che era la stessa perla e che era disposto ad offrire 3,5 milioni dollari per acquistare la perla, ma Cobb rifiutò l'offerta, e Lee lasciòRipley e nessuno lo rivide più.

 

Quando Cobb è morto nel 1980, la perla è stata venduta a Peter Hoffman e a Victor Barbish per 200.000 dollari. Questa transazione è l'ultima offerta che si conosca sulla perla. Michael Steenrod, un gemmologo di Colorado Springs che ha valutato la perla 60 milioni di dollari e ha paragonato la perla ad un oggetto sacro, avrebbe detto "E 'incredibile che abbiamo lasciato andare la perla per soli 200 000 dollari dopo che il suo proprietario è morto”.

 '
La prossima volta vi racconteremo la vera storia della perla di Allah e perché questa storia è un mito.

Perle-Allah-copia-1.png


Nel frattempo, se amate i gioielli in perle di coltura, visitate Netperla, perle di coltura Akoya, perle di acqua dolce, perle di Tahiti e perle Australiane. Perle coltivate in approvvigionaento diretto dalle coltivazioni. Consultate i nostri cataloghi di collane di perle, braccialetti e orecchini di perle, pendenti e anelli di perle di coltura.

 clicca qui per leggere la prima parte della storia Perla di Allah

Condividi post

Repost0