Previsioni per il 2014 sulle perle di Acqua Dolce e sulle perle di Tahiti

Pubblicato il da Netperla

Perle di Acqua Dolce

 

Quasi ogni anno le notizie che arrivano dalla Cina indicano che le quotazioni delle perle di Acqua Dolce sono al rialzo.

Notiamo che tipicamente questi segnali si diffondono in concomitanza con le principali mostre di gioielleria e gemmologia di Hong Kong, ma questa volta crediamo veramente che i prezzi tenderanno ad aumentare, per la vendita all'ingrosso.

Secondo Michael Tse della Heng Mei Pearl Company, aspettandosi buoni rendimenti, gli investitori hanno comprato in blocco su materie prime nel 2013, portando di coseguenza ad un rialzo importante dei prezzi. Alcune stime indicano un aumento dei costi pari al 40%. Ad aggravare il problema, la volatilità dei prezzi, iniziata nel 2008 dopo l'inizio della crisi globale, ha portato ad un calo della produzione. Dato che in media i cicli di produzione delle perle di acqua dolce impiegano 4-6 anni, la Cina si aspetta di raccogliere approssimativamente solo 1200 tonnellate nel 2014. Secondo Zhao Xinguang, il direttore generale di Zhejiang Professional Association of Pearls, questo corrisponde a meno della metà della produzione del 2010/2011.

Nel corso degli anni abbiamo imparato a prendere la maggior parte delle informazioni pubblicate sull'industria di perle di acqua dolce con beneficio di inventario, quindi non saremmo sorpresi di vedere che alcune affermazioni sono state esagerate di proposito. Mentre percentuali e volumi potrebbero non riflettere esattamente la realtà, i prezzi delle materie prime stanno effettivamente salendo. Vi è un motivo di speranza che i prezzi possano contenersi senza aumentare così tanto. La qualità complessiva delle perle di acqua dolce coltivate in Cina continua a migliorare. Cosi, mentre la produzione è in calo, il valore del prodotto sta salendo.


http://www.netperla.com/images/J_Freshwater_Pearl_Farmer.jpg

Un perlicoltore di perle di Acqua dolce in Cina tende il suo raccolto

 

Perle di Tahiti

 

Seconde solo alle perle di Acqua Dolce, le perle di Tahiti costituiscono una grande percentuale delle nostre vendite all'ingrosso e al dettaglio. Siamo sempre alla ricerca di lotti adeguati che possiamo elaborare in fili di perle da abbinare con orecchini. Un problema che noi e gli altri commercianti di perle ci siamo trovati ad affrontare nel corso degli ultimi anni, è stato la scarsità di perle di Tahiti di piccolo diametro, soprattutto della misura 8-9 mm. Secondo Loic Wiart, proprietario di Poe Black Pearl a Papeete, in Polinesia Francese, i perlicoltori si sono adoperati a questo problema di domanda e offerta e dovremmo poter avere più disponibilità di perle di piccole dimensioni nel 2014.


http://www.netperla.com/images/J-Tahitian_Pearl_Farm.jpg

Un allevamento di perle di Tahiti presso Takaroa (Polinesia Francese)

 

 

 

La produzione di Perle di Tahiti è calata costantemente dal 2009 e continua a diminuire. Le ragioni sono due: ci sono meno produttori oggi rispetto al periodo pre-recessione e i restanti produttori stanno avendo difficoltà a trovare conchiglie di qualità da innestare. Così, mentre l'offerta può essere in grado di recuperare per soddisfare la domanda nei diametri più piccoli, nel complesso ci aspettiamo che i prezzi delle perle di Tahiti aumentino


http://www.netperla.com/images/J-Tahitian_pearl_strands.jpg

Collane di perle di Tahiti

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post