Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

perle akoya

Mortalità di massa nelle coltivazioni di perle Akoya nel 2019

Pubblicato il da Valentina Panciroli

La mortalità di massa che ha colpito le ostriche negli allevamenti di perle Akoya verificatosi in Giappone nell'estate 2019 ha avuto un impatto negativo sulla produzione di perle Akoya del Giappone dal 2021, esaurite le scorte delle produzioni, c'è un reale problema di approvvigionamento attualmente, ci vorrà ancora un anno per tornare a ripopolare le riserve di allevamento.

La causa dell'ultimo evento di mortalità di massa non è ancora chiara, ma i produttori di ostriche hanno iniziato ad adottare misure per ridurre al minimo i danni al processo di coltura delle perle.

Occorrono dai tre ai quattro anni per un ciclo di coltura di una perla Akoya, che viene prodotta da un'ostrica vivente, che deposita madreperla strato dopo strato intorno a un nucleo innestato nelle gonadi, organi di riproduzione delle ostriche. E' necessario il tempo per ripopolare gli allevamenti di ostriche adulte pronte per essere innestate per la produzione di perle. 

Nella prefettura di Ehime, dove sí trovano le più importanti coltivazioni della produzione delle perle Akoya in Giappone, sí è iniziato a constatare le morti di massa di ostriche a fine luglio 2019. A fine settembre il numero di giovani molluschi allevati in questa prefettura era calato di circa il 70% rispetto alla media annuale.

Si tratta della prima mortalità di massa delle ostriche perle Akoya in Giappone dal 1996, secondo Takeshi Miura, professore presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Ehime.

Di conseguenza, le perle Akoya sono oggi più rare, e oramai sono esauriti gli stock delle riserve, le perle sono aumentate sensibilmente di prezzo nel 2022. 

Collana di perle Akoya
Collana di perle Akoya

 

Con tag Perle Akoya

Condividi post
Repost0

Perle Akoya, caratteristiche e qualità

Pubblicato il da V. Panciroli Netperla

Le perle di coltura Akoya sono note per essere di forma perfettamente rotonda, dal lustro molto brillante, con un riflessi quasi metallici. Il lustro delle perle Akoya di prima qualità non ha eguali nel mondo delle perle.

Le perle Akoya sono di solito straordinariamente ben abbinate, con variazioni minime o nulle di sfumature, brillantezza o qualità della superficie da perla a perla nell'insieme di una collana.

Le perle Akoya presentano un colore primario bianco, con sottili nuance di argento, bianco o crema.

Le perle Akoya di qualità straordinaria Hanadama sono ampiamente considerate le "Ferrari delle perle". Una collana di perle Hanadama di alta qualità è quanto di meglio si possa immaginare.

Le perle Akoya tendono ad essere piuttosto piccole. Negli ultimi decenni la dimensione media delle perle coltivate Akoya è aumentata. Attualmente, le medie variano da sei a otto millimetri di diametro. È noto che le perle Akoya crescono fino a undici millimetri, ma si tratta di perle rarissime ed è praticamente impossibile avec un filo di perle tutte di questi diametri che siano anche abbinabili! Diciamo che le perle Akoya possono raggiungere diametri fino a 9-9,5 mm, oltre questi diametri sono davvero rarissime ed è impossibile averne per comporre orecchini o collane.

Collana di perle Akoya a doppio filo

Le perle Akoya sono il risultato di un processo sviluppato nell'ultimo secolo tra l'uomo e Madre Natura. La sostanza perlacea che compone gli strati di una perla è chiamata “madreperla”. La madreperla è una combinazione di microscopiche piastrine di aragonite composte da carbonato di calcio e legate insieme con un tipo di "colla" organica chiamata conchiolina.

Le piastrine di aragonite sono di colore bianco, marrone o grigio semitrasparente e sono in grado sia di riflettere che di rifrangere i raggi di luce che colpiscono le loro superfici, conferendo alle perle la loro caratteristica lucentezza e un sottile bagliore. Più stretta e compatta è questa disposizione di strati cristallini, più brillante è la lucentezza della perla e maggiore è la quantità di oriente o iridescenza.

Questa struttura interna è ciò che conferisce alle perle la loro bellezza e le rende degne della loro designazione come gemme preziose.

I fattori che vengono presi in conto nell'attribuzione del grado di qualità alle perle Akoya sono diversi: dimensioni, lustro, forma, colore, superficie, qualità della madreperla e abbinamento dell'insieme delle perle.

Gradi di qualità delle perle Akoya

Un discorso a parte per le perle Akoya di qualità Hanadama, Le perle di qualità HANADAMA sono una molto piccola minoranza della produzione Akoya, sono le sole perle che rispettando i requisiti di qualità hanno ricevuto l'approvazione al nominativo Hanadama dal Laboratorio delle Scienze della Perla del Giappone a Tokyo. Senza questa approvazione l'appellativo HANADAMA non può essere applicato. Si tratta delle più belle perle di coltura Akoya che è possibile trovare al mondo.

Perle Akoya Hanadama

 

Con tag Perle Akoya, Collane

Condividi post
Repost0

Cosa significa HANADAMA?

Pubblicato il da Netperla

Le perle di coltura HANADAMA sono le perle Akoya più belle in assoluto.

Le perle Akoya Hanadama sono le perle dal lustro più elevato, della più alta qualità per la forma e la superficie, e hanno uno spessore madreperla non inferiore a 0.4 mm, e spesso addirittura superiore.

Il termine HANADAMA in giapponese si traduce in “fiore sferico”, un modo romantico per definire queste perle straordinarie.

 

Perle Akoya Hanadama

Abbiamo fotografato queste perle in situazioni diverse, obreggiandole e sotto luce diretta, queste perle sono talmente brillanti che sembra emanino luce propria!

Le perle Akoya Hanadama sono disponibili nei riflessi della madreperla leggermente rosa. I riflessi rosa sono 100% naturali ma sono ottenuti grazie al lavaggio delle perle post-coltura, che ravviva appunto questi riflessi rosa naturali.

Tuttavia Netperla ha composto qualche collana con perle Hanadama bianche naturali che non hanno subito il lavaggio che ravviva i riflessi rosa, perché sono talmente di qualità impeccabile all'estrazione, che non è stato effettuato il "lavaggio" denomintato "pinking". Per queste perle rare ed eccezionali Netperla ha scelto di mantenere i riflessi naturali bianchi, non procedendo quindi al lavaggio “pinking” che ridona alle perle i riflessi rosa naturali della nacre. Queste perle hanno riflessi argentati, e sono assolutamente naturali, e ancora più rare!

 

Le perle Hanadama ricevono la certificazione dal Laboratorio di Scienza della Perla del Giappone che attesta l'autenticità dell'appellativo Hanadama. Siate esigenti nell'acquistare queste perle, rivolgetevi esclusivamente ad un venditore che insieme alle perle vi fornisca il certificato Hanadama rilasciato dal Japan's Pearl Science Laboratory.

Perle HanadamaPerle di colturaGioielli di perlePerle AkoyaIdee regalo

 

Netperla.com le perle di coltura più fini a prezzi convenienti direttamente a casa tua

Con tag Perle Akoya

Condividi post
Repost0

PERLE HANADAMA

Pubblicato il da Netperla

 

Certificazione delle perle Akoya di qualità HANADAMA

 

Hanadama in Giapponese significa Fiore Sferico, ed è il termine usato per esprimere la più alta qualità e il valore massimo delle perle di ogni raccolto.

 

Le perle Akoya Hanadama sono scelte tra le più pregiate e le più belle perle Akoya prodotte oggi al mondo. Dopo ogni raccolta di perle in Giappone, le perle vengono separate e classificate per qualità, per essere commercializzate direttamente ad aziende acquirenti o ad aste. Di tutti questi lotti, c'è sempre un lotto che viene trattato con modalità differenti. Le perle che fanno parte di questo lotto sono quelle che eccellono per il loro rimarcabile lustro, la superficie netta e le qualità generali. Queste perle, che ricevono l'appellativo Hanadama, sono gestite e vendute come un prodotto separato. Le perle Hanadama ricevono un certificato numerato rilasciato dal Laboratorio di Scienza della Perla del Giappone che attesta l'autenticità dell'appellativo Hanadama.

 

  

 

 

Quando si parla di Hanadama, ci sono diverse cose da capire. Per prima cosa che Hanadama è la migliore in assoluto, più alta qualità di perle Akoya che si possa avere. Non si può avere nulla di meglio.  Se un commerciante tenta di convincere un cliente che un filo di perle è di qualità superiore a Hanadama, il commerciante stesso non ha capito il principio di “Hanadama” oppure è semplicemente in mala fede. In secondo luogo, Hanadama è la migliore qualità, un filo superiore in qualità non può esistere, perché questo sarebbe Hanadama.

 

 

La certificazione Hanadama può essere rilasciato esclusivamente da un laboratorio in Giappone. Le perle Hanadama distribuite da Netperla vengono certificate presso il Pearl Science Laboratory a Tokyo (sinjuken.co.jp), per questo motivo ogni gioiello confezionato su misura richiede un tempo di circa 2 settimane per permetterci di ottenere la certificazione a Tokyo.

 

Le perle vengono esaminate secondo i seguenti metodi:

 

Ingrandimento

Ispezione interna tramite fibra ottica

Riflessione spettrale fotometrica

Raggi X molli

 

Viene misurato lo spessore degli strati delle perle. Nonostante sia stabilito che lo spessore debba misurare 0.6 mm in entrambi i lati per un totale di 1.2 mm, il requisito reale è 0.4 mm per un totale di 0.8 mm (questo viene determinato tramite apparecchiature a fibra ottica e raggi X molli).


Il valore Teri (lustro) deve essere forte.

 
Il valore Kizu (imperfezioni) deve essere indicato come molto leggere.

 

E' importante notare che  un valore kizo “molto leggere” corrisponde al valore massimo ammesso dal laboratorio.

 

 

Se i fattori sono tutti di alto grado, il filo di perle riceve il grado “Hanadama” dal laboratorio. Questo termine è strettamente riservato alla più alta qualità delle perle Akoya. Il termine viene riservato esclusivamente alle perle Akoya. Hanadama è il grado della perla che Mikimoto assegna alla più alta linea di qualità.

 

I fili di perle Hanadama sono difficili da trovare in larga quantità, per la rarità di queste perle. Abbiamo al momento approssimativamente a disposizione solo 20 fili di perle in stock già certificate Hanadama. La gamma delle dimensioni va da 7,5-8 mm a 8,5-9 mm. Per quest'anno non abbiamo ricevuto alcun filo Hanadama di perle superiori ai 9 mm, tuttavia ne avevavo avute una dozzina circa l'anno passato.

 

Perle Akoya

Gioielli di perle

Perle di coltura

Perle coltivate

 

Con tag Perle Akoya

Condividi post
Repost0

Perle Akoya

Pubblicato il da Netperla

Le perle Akoya

Le perle Akoya provengono dal Giappone, paese dove nacque la perlicoltura tale quale si intende oggi, nel suo grande e maestoso successo. Le altre zone di produzione non sono che un derivato di questo approccio accademico. Bisogna ricordare che Mikomoto aveva come amico un ingegnere della marina giapponese. Questo ingegnere conosceva il mondo acquatico e per la sua intelligenza e le sue conoscenze, ha potuto realizzare questa magia.

Akoya è di fatto il nome comune dell’ostrica che produce le perle. Il nome scientifico del mollusco è Pinctada Fucata o Pinctada fucata martensii per i più esigenti.

 

703x324

 

"Akoya" proviene dal nome del luogo dove queste ostriche perlifere sono state coltivate nel passato più remoto. Molto tempo fa, le perle Akoya si coltivavano in grandi quantità a Akoya-no-ura, nella prefettura di Aichi. Queste perle coltivate sono quindi state denominate "Perle Akoya ".

Nel marzo 1998, un bibliotecario GIA ha chiesto a Osama Fukumoto l'origine della parola “Akoya”

Fukumoto rispose :

"Ako" deriva dal giapponese antico, che non è più in uso e che significa "bimbo mio", e "Ya" è un suffisso del nome di una persona o di un pronome che esprime affetto, usato ancora nel linguaggio corrente.

Fukumoto ci lascia pensare che, poiché le perle erano talmente apprezzate e trattate con tenerezza, il popolo giapponese ha cominciato a chiamarle Akoya, come faceva coi loro bambini. Inoltre, in seguito è diventato il nome dell'ostrica nel linguaggio comune.

L'antico luogo "Akoya" è situato nella penisola di Chita, nella prefettura di Aichi in Giappone. La città non si trova più nelle carte geografiche attuali.

Riassumendo “Akoya” è il nome comune dato all’ostrica che produce queste perle . Gli antichi giapponesi, che facevano un lavoro rurale e la cui cultura generale si trasmetteva solamente per via orale nelle campagne, avrebbero dato questo nome alle ostriche che essi proteggevano e che chiamavano come i loro bambini. Il nome sarebbe stato utilizzato per parlare del luogo in cui si trovavano le ostriche perlifere. Questo luogo divenne Akoya e si parla allora di Perle Akoya.

Come molti dei nomi comuni nati dal senso del primo utilizzo nel linguaggio popolare, tale è rimasto...

Oggi le perle Akoya sono le perle d'acqua di mare, dette anche di acqua salata.

Perle-Akoya

 

Netperla è il vostro specialista in perle di coltura

Netperla vi presenta le rarissime perle barocche Akoya blu argentate, dai dolce riflessi rosa, queste perle sono molto rare, e le troverete sui siti del gruppo Netperles & Interpearls

 

Perle Akoya

Con tag Perle Akoya

Condividi post
Repost0