Perla di Coltura CBSB "Fireball" e il ritorno della cozza perlifera Biwa

Pubblicato il da Netperla

Continua innovazione nella coltura cinese delle perle di acqua dolce

 

Perla di Coltura CBSB "Fireball" e il ritorno della cozza perlifera Biwa

 

In Aprile con la nostra equipe ci siamo recati, insieme all'esperto GIA Doug Fiske, nelle regioni Weitang e Zhuji, nel cuore della zona industriale cinese delle perle di acqua dolce. Per circa una settimana, abbiamo intervistato coltivatori, commercianti, e perfino il presidente di una delle più grandi compagnie produttrici di perle di acqua dolce. Le informazioni che abbiamo raccolto danno un quadro chiaro di dove l'industria è oggi e una spiegazione dettagliata delle perle di acqua dolce denominate “coin-bead/spherical bead” (CBSB, letteralmente perlina-moneta/perlina-sferica) , alcune delle quali sono denominate perle fireballs.

 

Produzione attuale


Diverse fonti hanno riportato nel 2006 una produzione totale di perle di acqua dolce Cinesi di 1500 tonnellate, delle quali 800 adatte per essere utilizzate in gioielleria. La grande maggioranza delle 1500 tonnellate sono perle tessuto-nucleate. Sebbene la nucleazione a perlina sferica sia una realtà in Cina, il volume di perle nucleate è molto piccolo.

Nel corso degli ultimi anni, si è notato un chiaro aumento della qualità della produzione cinese di perle di acqua dolce. Dimensione, forma e perfino i colori sono migliorati notevolmente. Ciò è dovuto in parte alla relativamente nuova pratica di minori nucleazioni, in ogni valva del mollusco. In passato, venivano innestati fino a 25 parti di tessuto nel mantello di ogni valva. Oggi, vengono impiantate solo da 12 a 16 parti di tessuto, producendo un totale da 24 ad un massimo di 32 perle per mollusco.  Il metodo a meno innesti ha un effetto diretto sulla qualità e dimensione delle perle.

 

La cozza triangolo

È noto che i coltivatori di perle cinesi utilizzano la cozza triangolo (Hyriopsis cumingi) per coltivare le perle di acqua dolce. Questo mollusco ha rimpiazzato la cozza Cresta di Gallo (Cristaria plicata) quasi un decennio fa. La cozza Cresta di Gallo era responsabile per le perle di acqua dolce a chicco di riso che resero nota la Cina per la prima volta nell'industria perliera. Il passaggio alla cozza triangolo è significativo poiché portò alla produzione di perle di alta qualità che vediamo oggi.

 

Introduzione alla Cozza perlifera Biwa

Oggi, c'è un altro mollusco nella nuova coltura di perle di acqua dolce Cinese. La trasformazione sta portando a produrre perle di coltura di acqua dolce di qualità addirittura superiore con colori più saturi e dimensioni più grandi.

Durante un'intervista a Zhuji, il presidente di Grace Pearl ha menzionato una cozza che non conoscevamo come originaria della Cina. La traduzione letteraria era “cozza farfalla di stagno”. Sebbene la coltura delle perle di acqua dolce Cinesi che si serve di questa cozza è iniziata solamente pochi anni fa, è già responsabile di circa il 30% della produzione cinese. Non siamo stati in grado di determinare il nome scientifico di questa cozza, cosi ci siamo rivolti ad articoli su riviste specifiche cinesi e giornali scientifici. Quallo che abbiamo scoperto ci ha spaventato: la “cozza farfalla di stagno” è la Hyriopsis schlegeli. In giapponese, si chiama ikecho. Il suo nome comune è cozza perlifera Biwa. Di fatto, i cinesi hanno coltivato e prodotto perle Biwa per diversi anni.

La prima testimonianza che ha documentato che la cozza perlifera Biwa è stata importata in Cina dal Giappone è apparsa in un giornale scientifico nel 1997. La Hongmen City Reservoir Development Company  iniziò ad allevare cozze perlifere Biwa in allevamenti e a sperimentare la loro potenziale produzione di perle. Scoprirono che la cozza aveva maggiore vitalità e produceva in generale perle migliori.  I vantaggi per l'industria di perle cinese furono ovvi. Ma i ricercatori non si fermarono al semplice uso delle cozze Biwa. Questi operarono degli incroci tra la cozza Biwa e la cozza triangolo, creando con ciò un ibrido, perfino migliore delle specie pure, rispetto alla coltura di perle. Non esiste un nome scientifico o nome comune per l'ibrido. Tradotto in parole povere, i cinesi chiamano questo ibrido “leisure mussel”.

 

Introduzione alla perle di coltura dette “Fireball”


La cozza perlifera Biwa ed il suo ibrido con la cozza triangolo, hanno indubbiamente cambiato il corso della coltura di perle di acqua dolce cinesi. All'incirca nello stesso tempo, una nuova perla è entrata in scena e ha guadagnato popolarità. E' una perla di acqua dolce nucleata con una perlina,  che in commercio è denominata “fireball”, o palla di fuoco.  Viene così chiamata perché la perla spesso ha una coda, che fa pensare ad una cometa. Un termine alternativo è CBSB, che sta per “coin-bead/spherical bead”, cioè perlina-moneta/perlina-sferica. Il termine descrive accuratamente il processo che talvolta produce perle fireball.

La produzione di CBSB ha suscitato grande interesse, in particolare intorno alla formazione della coda. Abbondano storie di mitica nucleazione di perle e impianto di organi. Ma qual è la vera storia?

La produzione di CBSB comporta una serie di passaggi, tutti egualmente importanti. Le perle di acqua dolce, nucleate con perline sferiche, non sono prodotte, come molti sostengono, per mezzo di innesto in un pezzo di tessuto del mantello di un nucleo a perlina sferica. Questo è il metodo comune della coltura di perle nucleate con perline nella gonade dei molluschi di acqua salata. I molluschi di acqua dolce non hanno l'anatomia della gonade né lo spazio necessario tra le valve per essere nucleati con una perlina sferica nel mantello quando il mollusco è giovane.

 

ELLIPSE-PL.jpg

 

Il processo a tre passi per perle CBSB


La tradizionale nucleazione del tessuto è eseguita su cozze o molluschi che hanno da sei mesi a un anno di vita. Per il primo passo delle CBSB, il signor He Jainhua, un coltivatore di perle specializzato in perle di acqua dolce perline-nucleate, usa cozze triangolo di tre anni, iniziando con un'incisione, una perlina-moneta, e un pezzo di 1mm² di tessuto del mantello. Il mantello della cozza ospite avvolge completamente il nucleo a moneta piatta. Il primo passo della produzione di perle nucleate con perline porta la creazione di una perla moneta di un anno.

Dopo il primo anno, ci sono due strade che il coltivatore può prendere. Può estrarre la perla moneta e rimettere in acqua il mollusco, per creare una perla Keshi nell'esistente sacco della perla creatosi con la prima nucleazione, oppure può lasciare il mollusco in acqua per lasciargli secernere nacre sulla perla moneta e farla più grande. In entrambi i casi, questo secondo passo dura un anno addizionale.

Il terzo passo è la produzione di perle di acqua dolce che hanno un nucleo a perlina sferica. Quando il mollusco ha 5 anni di vita, l'allevatore estrae la perla Keshi, o la perla moneta, a seconda della strada scelta al passo 2. Quindi inserisce un nucleo a perlina sferica nell'esistente sacco della perla. A eccezione che sia nel mantello invece che nella gonade, la tecnica è simile a quella di far crescere un secondo innesto nella coltura di perle di Tahiti o Australiane. In entrambe le tecniche di coltura si usa lo stesso sacco della perla esistente.

Il sacco della perla, che forma un rigonfiamento nel mantello, è una perfetta tasca produttrice di madreperla. Il periodo di crescita della perla a questo punto va da uno a due anni. Poiché vengono impiantati nuclei di 12.5 mm, le risultanti perle nucleate con perline, hanno una dimensione importante.

 

La motivazione per le Code


Per quale motivo le perle CBSB hanno spesso delle code? Sebbene le ragioni non siano del tutto chiare - perfino ai coltivatori in Cina - abbiamo osservato due forti fattori. Il primo fattore è l'innesto di una perlina sferica in un sacco della perla già esistente attraverso un'incisione fatta per raccogliere la perla moneta o Keshi. Il sacco accetta il nucleo ma può lasciare un vuoto adiacente all'incisione. Se il sacco avvolge bene la perlina e l'incisione guarisce, non ci saranno code.

Il secondo fattore riguarda l'elasticità del sacco della perla. Facciamo un'analogia tra il sacco della perla e un sacchetto di plastica e tra il nucleo sferico e una palla. Se si preme la palla nel sacchetto, almeno una sezione del sacchetto scorrerà contro superficie della palla. Se la capacità del sacchetto è maggiore della dimensione della palla, l'area del sacchetto di plastica che non avvolge la palla rimane molle. Il sacchetto di plastica – per analogia il sacco della perla – produrrà madreperla per coprire il nucleo sferico e riempire il vuoto. Il risultato è una perla di coltura nucleata con una perlina sferica, con una coda di qualche forma. Alcune perle CBSB hanno lunghe code a spillo che caratterizzano le perle fireballs.

 

Nuclei probabimente ottenuti dalla Vongola Gigante


I coltivatori di perle CBSB usano nuclei sferici del diametro da 9 a 12.5 mm. Abbiamo chiesto informazioni sull'origine di questi nuclei. La risposta che ci è stata data è che come nuclei vengono usati frammenti di conchiglie di molluschi di acqua dolce. Non vengono chiaralmente utilizzate vecchie perle di acqua dolce. Questo è stato tentato, ma non ha dato risultati interessanti né economicamente né fisicamente.

Ancora, era difficile credere che i nuclei provenivano da conchiglie di acqua dolce. Sette millimetri è il massimo per perline sferiche ottenute da conchiglie di molluschi di acqua dolce cinesi. Gli unici molluschi di acqua dolce che possono dare nuclei tra 9 e 12.5 mm in diametro sono i foglia d'acero (Quadrula quadrula) ed i washboard (Megalonaias nervosa), che si possono trovare entrambi solo in laghi e fiumi degli Stati Uniti. I nuclei fatti con conghilie di molluschi americani sono troppo costosi per i coltivatori di perle di acqua dolce cinesi. Perfino nuclei altamente striati, quelli utilizzati per le produzioni di perle di Tahiti e perle Australiane avrebbero costi proibitivi per la produzione di perle di acqua dolce. I nuclei che abbiamo visto erano molto grandi e ben bianchi. Due nuclei sono stati testati nel laboratori GIA e sono stati provati essere di origine di acqua salata. L'unica conchiglia di acqua salata capace di fornire nuclei di quella dimensione è la Tridacna gigas—la Vongola Gigante.

La Vongola Gigante, o Tridacna gigas,  è il mollusco bivalve più grande del mondo. Può pesare fino a 300 kg. Nonostante la sua dimensione e colore siano ideali per la produzione di nuclei, la vongola gigante è una specie minacciata di estinzione e protetta. Importare la Vongola Gigante o suoi derivati è illegale negli Stati Uniti e negli altri altri paesi firmatari del CITES, un trattato internazionale inteso per proteggere le specie minacciate e in via di estinzione.  La Cina non è uno dei paesi signatari.

 

PERLISSIME-B.jpg

 

Conclusioni


Così come hanno inventato la coltura delle Blister Pearl circa 700 anni fa, i perlicoltori cinesi stanno di nuovo dimostrando che sono e continueranno ad essere una forza nell'industria perliera. La produzione di perle CBSB e l'importazione e idridizzazione del mollusco perlifero Biwa, non sono che due esempi della continua innovazione nell'industria perliera cinese. Staremo a vedere cosa ci porteranno in futuro.

 

Perle di Tahiti

Gioielli di perle

Perle di coltura

Perle coltivate

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post